Pectina di mele
Pectina di mele
  • Pectina di mele
  • Pectina di mele in polvere

Pectina di mele pura

Per marmellate e confetture fatte in casa e come integratore naturale vegano.  

La nostra pectina è ricavata al 100% da mele ed è dunque, a differenza della gelatina comune, di origine esclusivamente vegetale. La gelatina tradizionale si ricava al contrario dalla pelle, dalle ossa e dai tessuti connettivi di scarti animali quali maiali, bovini e pesci.

La pectina, oltre a essere un eccellente integratore naturale, è un componente prezioso per preparare squisite marmellate e confetture senza conservanti. Intensifica il sapore della frutta permettendo così di ridurre notevolmente la quantità di zucchero impiegata.

La pectina ha un effetto digestivo, regolarizza i processi intestinali prevenendo il diabete di tipo 2 e aiuta a stabilizzare i livelli glicemici e il colesterolo.

Peso
5,80 €
Tasse incluse 1-2 giorni
Il prodotto è disponibile
  • Sito protetto con certificato SSL. Si accettano bonifico bancario, PayPal, carta di credito o contrassegno alla consegna. Sito protetto con certificato SSL. Si accettano bonifico bancario, PayPal, carta di credito o contrassegno alla consegna.
  • Il Gojishop sin dall'anno 2009 vende prodotti salutari di prima qualità. Leggi dettagli del prodotto in fondo alla pagina. Il Gojishop sin dall'anno 2009 vende prodotti salutari di prima qualità. Leggi dettagli del prodotto in fondo alla pagina.

La pectina di mele pura

 

Marmellate naturali senza conservanti

La pectina di mele è un ingrediente prezioso per preparare deliziose marmellate e confetture naturali, senza conservanti e con un contenuto inferiore di zucchero poiché intensifica il sapore dolce della frutta. Per una marmellata assolutamente naturale ti consigliamo inoltre di non utilizzare altre gelatine, fecola e altri preparati addensanti che contengono conservanti. Leggi sempre bene la lista degli ingredienti e prediligi quelli di origine vegetale e non industriale! Inoltre ricorda che oltre allo zucchero tradizionale, hai a disposizione numerosi dolcificanti alternativi e molto più salutari: il succo di agave, lo sciroppo di mele, lo sciroppo yacon, lo zucchero di betulla, lo zucchero integrale di fiori di cocco, lo zucchero di canna, il miele, ecc.

Limone sì. Acido citrico NO!

Per ottenere una marmellata dalla densità perfetta, la massa di frutta necessita di un'acidità equilibrata. Mai però fare ricorso all'acido citrico! Piuttosto, se la frutta in sé non è sufficientemente acida, aggiungi due cucchiai di succo di limone biologico fresco per ogni kg di composto.
Ricorda: l''acido citrico, al giorno d'oggi, non ha nulla a che vedere con il limone!
Da oltre 100 anni l'acido citrico viene prodotto artificialmente utilizzando funghi (come l'Aspergillus niger) o lieviti e, purtroppo, non è più ricavato dagli agrumi. L'acido citrico è nocivo per la salute e può causare danni al sistema digestivo, agli occhi, alla pelle e, in particolare, ai denti.
L'acido citrico è invece un ottimo ANTICALCARE e DECALCIFICANTE per macchine da caffè, lavastoviglie e lavatrici! Perché mai dovresti utilizzarlo per la tua marmellata??

Quanta pectina per una confettura perfetta?

La quantità di pectina varia a seconda del tipo di frutta utilizzato.
La regola generale dice:
Per ogni kg di ingredienti totali (frutta + dolcificante) aggiungere 10g di pectina (circa 5 cucchiaini).
Per albicocche, prugne, pesche, pere e lamponi il rapporto dovrebbe essere: 660g di frutta, 330g di dolcificante e 10g di pectina.

La dose va ridotta per i frutti che hanno già di per sé un alto contenuto di pectina: agrumi, mele, mele cotogne, mirtilli, ribes e uva spina.

Al contrario, sarà necessaria una dose maggiore per i frutti a basso contenuto di pectina: ananas, uva, banane, fragole, sambuco, ciliegie, mango, arance, fichi.

Una confezione da 80 grammi di pectina di mele pura è sufficiente per ca. 8 kg di marmellata (ca. 30 vasetti).

Alcuni consigli sul metodo di preparazione

Per evitare la formazione di grumi, prima di aggiungere la pectina alla massa di frutta bollente, ti consigliamo di mescolarla con una piccola quantità di zucchero o di dolcificante. Versa quindi nella massa di frutta avendo cura di mescolare bene con l'aiuto di una frusta. In questo modo il composto di pectina e dolcificante dovrebbe sciogliersi facilmente e in maniera omogenea.

Versa la marmellata ancora bollente in vasetti caldi precedentemente sterilizzati a bagnomaria e chiudili immediatamente con coperchi anch'essi sterilizzati.

Uso e somministrazione della pectina come integratore naturale

Assumere 1-2 cucchiaini di pectina prima di ogni pasto principale. La pectina va mescolata con un liquido freddo, come per es. latte, yogurt, succo di mela, concentrato di mela, yacon oppure semplicemente con dell'acqua.

Generalmente a chi assume la pectina di mele come integratore, per una dieta dimagrante o per la cura dell'intestino, viene consigliato di bere acqua in abbondanza (minimo mezzo litro di acqua non gasata a pasto).

Anche l'aggiunta al cibo stesso ha un effetto digestivo e regolatore e può abbassare i livelli di colesterolo.

Come evitare la formazione di grumi nella preparazione di bevande

Mescolare la pectina con un liquido freddo, preferibilmente denso (vedi sopra), oppure con una semola di zuccheri o simili. Una volta sciolta nel liquido freddo, la pectina può essere riscaldata o versata in liquidi caldi o anche bollenti. La pectina di mele è in grado infatti di supportare temperature anche elevate (ben oltre 120 C°) senza che ciò ne intacchi le caratteristiche.

Proprietà ed effetti benefici della pectina

La pectina di mele ha numerosissime proprietà ed effetti salutari che la rendono una sorta di "rimedio miracoloso". Favorisce la digestione, riduce il senso della fame e rafforza le pareti intestinali.

Aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue e regolare l'assorbimento degli zuccheri, il che la rende adatta per chi soffre di diabete e obesità.

La pectina e l'intestino

La pectina regolarizza sia i processi di digestione che quelli intestinali grazie alle sue proprietà emollienti e gelificanti: è utile in caso di diarrea poiché aumenta la consistenza delle feci; in caso di stitichezza invece, accompagnata dalla giusta idratazione, favorisce il transito intestinale e rende più morbida la massa fecale.

La pectina e il colesterolo

La pectina aiuta a ostacolare l'assorbimento degli acidi biliari nell'intestino e riduce la concentrazione di colesterolo nell'organismo.

La pectina e la flora intestinale: effetto prebiotico

La metabolizzazione della pectina da parte della flora batterica intestinale favorisce la proliferazione di germi benefici, aiuta a nutrire le cellule della mucosa del colon, ha una funzione antisettica e abbassa ulteriormente i valori di colesterolo nel sangue.

La pectina e il diabete

La pectina ritarda l'assorbimento degli zuccheri a livello intestinale, stabilizzando così i livelli glicemici e prevenendo l'insorgenza del diabete tipo 2.

La pectina nei cosmetici

La pectina è una sostanza idrosolubile che, aggiunta alle creme cosmetiche, forma una pellicola protettiva molto sottile che protegge la pelle dai microrganismi esterni. È inoltre particolarmente utile nel trattamento dell'eczema. Ha proprietà emollienti e idratanti che la rendono adatta alla pelle particolarmente secca e nei prodotti per la cura dei capelli.

Controindicazioni

Essendo un prodotto naturale presente in molti frutti, la pectina può essere assunta senza particolari precauzioni. Non sono note controindicazioni specifiche nemmeno in caso di quantità superiori alla dose consigliata di due cucchiaini per pasto.



















Pectina.jpg





























Scheda tecnica

Valore Energetico per 100 g/ml
60 kcal / 252 kj
Grassi
1,40 g
Carboidrati
7,30 g
Proteine
4,50 g
Fibre alimentari
1,34 g
Sale
0,025 g
Calcio
670 mg / 67% del fabbisogno giornaliero

Potrebbe anche piacerti